Colours & Palettes

The Singularity of Beige: Positive Future & Fashion.

Beige

Beige /bɛʒ/ dal francese [etimo incerto, 1885 – 1860], usato in italiano come aggettivo e sostantivo maschile, invariabile, di colore bigio tendente al giallo  ■  agg. = [di colore tenue marrone chiaro] ≈ avana, crema, ecrù, (lett.) falbo, fulvo, (lett.) lionato, nocciola, (lett.) sauro  ■  s. m. = nella moda indica un colore nocciola chiaro.

Beige1

Beige4

Il beige è dunque una sfumatura del colore marrone, con accenti del giallo, che tende al grigio, il cui etimo deriva probabilmente da un tessuto di lana, detto beige nella lingua francese, lasciato nella sua tonalità naturale, quindi non tinto o sbiancato.  In Inghilterra il primo documento che indica il beige come tonalità di colore risale al 1887.  Lo scrittore Edmond de Goncourt lo cita nel suo romanzo “La Fille Elisa” del 1877. 

Beige5

Beige8

A partire dal 1920 questo termine viene utilizzato per descrivere una varietà di sfumature chiare e luminose dai toni neutri caldi o pallidi.  Questi colori neutri sono spesso utilizzati nel design, nel web design e nella decorazione d’interni come sfondi, comunemente combinati con colori più accesi, per creare dei layout molto sofisticati e possono assumere le stesse caratteristiche dei toni caldi o freddi.  Quindi, il loro significato, nonché la percezione visiva, è decisamente influenzato dai colori circostanti.

Beige9

Il beige è unico nello spettro dei colori: conservatore, può assumere il calore del marrone, la freschezza del bianco e la gaiezza del giallo, ma ha uno scarso effetto sull’impronta finale dell’insieme.  A volte può essere considerato noioso; tuttavia, esso può simboleggiare la pietà.

Curiosamente, beige box è sinonimo di personal computer, perché inizialmente il beige era il colore principale della sua cassa o scocca (in inglese, case).

Beige19

 

(Fonts: thanks to Google and Pinterest for the images; and to Wikipedia and Enciclopedia Treccani for the texts)

Cielo Grigio | La vie de Lapin

La Vie de Lapin

Lapin_Cielo Grigio

Spolverino e via ad ammirare le nuvolette grigie.

Dust coat and off to see the grey clouds.

Anna

View original post

(English Version) And Then There Was Gold !

Gilding with Golden Leaf: Guazzo and Oil-Mordent Technique.

gildingletterg3

Material  –  1. Gesso di Bologna (1 glass of water – 1 and 1/2 glass of gypsum) or Universal Pébéo Studio acrylic gypsum.  2. Bolo Armeno (Armenian Bole: a particular type of clay, usually red due to the iron oxide, with hydrous silicates of aluminium and magnesium.  Red for golden leaf – black and yellow for silver and copper leaf) or specific pigmented acrylic Primer Pébéo Studio.  3. Leaf: real gold (10 x 10 cm.), or french imitation (composition leaf, 14 x 14 cm.).  4. Glue: Missione Pébéo Gēdēo Gilding Paste Mixtion Gold Leaf or natural rabbit-skin glue (i.e. collagen and sizing) for Guazzo gilding technique.  5. Wax or oil-mordent to refinish the golden leaf, to artificially age and polish the surface, as well as brunitoio in pietra dagata (burnisher in agate stone: a special tool used to permanently fix the golden leaf and make the gilding surface smooth and shiny).  6. Wooden frame.  7. Wooden letter G.

gildingletterg2

Tools  –  steel wool or fine wire wool to finish and smooth the wooden frame and letter surfaces; flat medium bristle brush for acrylic gypsum or Armenian Bole; flat brush to spread the mission glue; specific single-blade gilder knife to apply the golden leaf; special brush „bombasino” or thick pasting brush to lay and arrange it; cotton cloth to spread the wax or the oil-mordent; blue and gold metallic acrylic colours to paint the wooden letter G; simple brush for acrylic paint; vintage music paper sheets.

gildingletterg1

wheretobuy

Where To Buy: Manufacturer’s on-line shops or specialist chain stores and retailers: www.zodio.it  – www.leroymerlin.com

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,